NON SOLO NUTRIA: IL FURETTO

Con questo articolo inauguriamo la sezione “Non Solo Nutria”, un piccolo spazio dedicato ad altri animali poco conosciuti. Oggi nello specifico parleremo di furetti (Mustela putorius furo).

Hiro Dom Marcus

Il blog dell’Associazione “Un Furetto In Famiglia” è molto utile per chi ha (o magari vorrebbe) un furetto: infatti al suo interno sono presenti articoli nati dall’esperienza dei vari membri dei team. Una risorsa così importante su questi animali, ricca di ottime informazioni e gestita da appassionati, non è facile da trovare. Abbiamo quindi deciso di rivolgere alcune domande alla Vicepresidente dell’associazione Federica Repossi, per saperne di più su questi animali simpatici e particolari.

Puoi raccontarci quando e come è nato il blog?

Il blog nasce da un gruppo di appassionati, che si sono resi conto che mancava una vera e propria informazione sul furetto e sulle sue caratteristiche che andasse al di là delle brevi guide di gestione che si possono trovare comunemente in rete. Avevamo voglia di condividere le nostre esperienze sia dal punto di vista della gestione, sia anche per quanto riguarda tutti quei momenti più difficili della vita del furetto, con particolare riguardo alla salute. E’ per questa ragione che sin dall’inizio abbiamo coinvolto nei nostri progetti i veterinari esperti in furetti e abbiamo richiesto l’appoggio costante del dott. Marco Salvadori, medico veterinario che da anni cura i nostri piccoli amici che è quindi diventato il nostro veterinario ufficiale, il nostro “veterinario in famiglia”.

Da quanto tempo siete anche associazione?

Dopo la nascita del blog abbiamo avuto la grande opportunità di partecipare ad un grande evento fieristico di Verona. Abbiamo deciso quindi di organizzare un concorso di bellezza per furetti, poiché all’interno del gruppo potevamo vantare l’esperienza di 4 giudici, due dei quali con qualifica ed esperienza internazionale. La partecipazione all’evento è stata altissima, con 86 furetti iscritti, e ci siamo resi conto che il nostro blog, benché fosse attivo da soli 3 mesi, era sulla strada giusta per l’obiettivo che ci eravamo prefissati: fare tanta informazione. Per continuare il nostro lavoro in maniera efficace, contattando le autorità per essere davvero incisivi sulla questione “furetto” in Italia, abbiamo avvertito la necessità di costituirci associazione. A giugno 2013 abbiamo quindi completato le pratiche e siamo diventati a tutti gli effetti Associazione senza scopo di lucro, regolarmente registrata all’Agenzia delle Entrate.

Tu personalmente da quanto hai un furetto? Hai anche altri animali in casa?

Io ho furetti dal novembre 2008, quando arrivò il nostro primo piccolo amico, Marcus. Si dice che i furetti sono come le ciliegie, e per consentirgli di potersi rapportare quotidianamente con i suoi simili, (parte molto importante nella vita di un furetto) nel giro di otto mesi sono arrivati tre suoi fratelli e compagni di gioco, Dom, Ororo e Hiro. La squadra è quindi sin da subito stata composta da 4 furetti. Ad agosto 2011 è arrivato Artù, un meticcio proveniente dal Rifugio Fratelli Minori della LIDA di Olbia. La scelta di prendere anche un cane è stata ben ponderata, poiché il timore che anche solo per gioco potesse ferire i furetti era alto.

Ci puoi descrivere come è addomesticare un furetto?

Innanzitutto bisogna precisare che il furetto è un animale domestico, riconosciuto come tale dall’Istituto Nazionale della Fauna Selvatica nel 2003. La sua addomesticazione risale a 2000 anni fa, quando la puzzola europea iniziò ad essere utilizzata dall’uomo per la caccia in tana. Il furetto entra nelle case italiane come pet a partire dalla metà degli anni ’90.

Come è visto il furetto in Italia?

Ci sono ancora tanti luoghi comuni sul furetto in Italia: molti non sanno che si tratta di un animale domestico che in natura non esiste e non vi riesce a sopravvivere. Spesso viene scambiato con i suoi cugini mustelidi quali donnole, puzzole, faine, ecc., con il retaggio di animali aggressivi che si portano dietro. Viene talvolta definito come animale puzzolente e mordace: per quanto riguarda l’odore è indubbio che un furetto intero in calore emani un forte odore pungente, che dipende dalle ghiandole sebacee che ricoprono la sua cute (e non come si credeva fino a qualche anno fa dal liquido secreto dalle ghiandole perianali, che venivano spesso asportate per diminuirne l’odore, con gravi conseguenze sulla sua salute). Però se sterilizzato questo forte odore svanisce completamente. Per quanto riguarda la mordacità, bisogna considerare che si tratta di animali strettamente carnivori, con una dentatura atta a dilaniare le prede: questo fa sì che il morso di un furetto possa essere davvero doloroso, ma un furetto allevato e cresciuto (o rieducato) in maniera corretta imparerà a controllare il morso, che utilizza spesso come “arma” di gioco.

Credi che il vostro blog possa aiutare la gente a conoscere meglio questo animale?

Noi questo ce lo auguriamo! Devo dire che il blog è molto seguito, e tanta gente si sta avvicinando a questo mondo anche grazie a noi e ai nostri eventi nei quali l’informazione fa da regina. Partecipando ad eventi che contano fino a 25.000 ingressi, come il Pets Festival 2013, abbiamo modo di far conoscere da vicino questi animali, aumentando sempre di più la consapevolezza su di loro, ma anche aiutando chi ne possiede già a prendersene cura nel miglior modo possibile.

798271_433729860029514_523128033_o

Ha caratteristiche comuni con altri pet? Possono vivere insieme ad altri animali domestici?

Il furetto è un animale che vive benissimo in casa e impara a sporcare nella cassettina come il gatto (anche se non è così preciso). Può inoltre essere portato tranquillamente a spasso con il guinzaglio come il cane e viaggia senza problemi adattandosi ai nuovi ambienti (con gli opportuni accorgimenti che possano rendere ogni ambiente sicuro per i furetti).
La convivenza con gli altri animali va sempre ben ponderata. Con cani e gatti, e la dovuta sorveglianza, riesce a convivere bene, a patto che si tenga sempre conto del fatto che si tratta di animali il cui istinto a volte ha la meglio. Per questa ragione è bene, anche in convivenze super collaudate, non lasciare mai da soli il furetto con cani e gatti.
Essendo un predatore è invece a rischio la convivenza con altri piccoli animali (conigli, cavie, ratti, criceti, uccellini, ecc) che si possono trasformare in facili prede o che avvertendo la presenza del predatore domestico possono esserne disturbati.

Sono animali molto delicati?

Diciamo che sono animali molto robusti, con una capacità incredibile di adattamento e di ripresa in seguito ad interventi o malattie, ma allo stesso tempo soffrono di alcune patologie tipiche della loro specie (linfomi, tumori delle ghiandole surrenali e del pancreas), che vanno affrontate nella maniera migliore sotto la guida di un veterinario esperto in animali esotici.

Quali sono i consigli fondamentali che daresti ad una persona alle prese con il suo primo furetto?

Innanzitutto prima di prendere il furetto bisogna informarsi per ponderare bene la decisione, sono animali che richiedono parecchie attenzioni che bisogna mettere in conto. Non sono animali da gabbia e hanno bisogno di poter girare liberi per casa (o in una stanza sicura) per molte ore durante la giornata. Sicuramente cercare di conoscere qualcuno che ha già furetti può essere un buon modo per capire se l’animale fa al caso nostro oppure no.
Se effettivamente il furetto è l’animale che si desidera, io consiglio principalmente due cose: un’ottima alimentazione e un ottimo veterinario esperto in furetti (anche se saremo costretti a fare un po’ di strada per raggiungerlo): in questa maniera possiamo garantire il miglior tenore di vita ai nostri piccoli amici.

Ringraziamo Federica per la gentilezza e vi invitiamo a visitare il sito web dell’associazione: http://unfurettoinfamiglia.wordpress.com/

1625554_618575751544923_111629964_n

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...