POETICAMENTE NUTRIA

10371499_774754072548478_4529610160058480568_n
Pubblichiamo oggi due poesie inviate dai nostri lettori.
La prima poesia è di Silvia Cipollina, poetessa presente nella Grande antologia virtuale del Club degli autori. Silvia è un’amante degli animali, di tutti gli animali. Si è dedicata molto ai rospi, visto che la loro presenza negli anni si è ridotta. Per questo  ha pubblicato un libro di poesie intitolato Mondo Anfibio, per sensibilizzare le persone, ed in primis i bambini, alla scoperta del mondo degli animali anfibi. Silvia infatti ritiene che anche animali come rospi e tritoni vadano rispettati come tutti gli altri esseri viventi. Non è quindi un caso che Silvia abbia composto anche una poesia sulla nutria, che potete leggere qui di seguito:


INCONTRO CON LA NUTRIA

Andavo in gran fretta
in bicicletta, una mattina,
quando accadde una cosa
assai carina.
Lei era lì, di fronte a me,
di colpo frenai
e stupita la guardai!
La poverina aveva
un occhio bianco, cieco
e un’aria di paura,
allora chiesi a lei
qual strana creatura fosse
…lei mi rispose:
Sono una nutria
sfuggita al cacciatore,
or lasciami passare
per favore,
tu che riesci ad ascoltare
il mio cuore,
ho i cuccioli alla tana
che aspettano il mio latte
e grata ti sarò per essere mia amica!
Ella riprese la sua strada
e lieta mi lasciò d’averla conosciuta!
Spesso si teme ciò che non si conosce…
Ma vi assicuroche una nutria
è linda, gentile e dolce
e all’uomo non nuoce!

Silvia Cipollina

affusoanticotti19nb

Passiamo ora alla poesia di Nelson King Affuso, utente del Forum di Loggia Cricetale. Il sito, di taglio ironico e satirico, è basato sull’adorazione di criceti ed altri roditori affini (quindi anche le nutrie): idolo di questa community è “il sommo Affuso”, che è un cane della prateria bello paffuto. Il culto della Loggia Cricetale non si fa mancare nemmeno il fantomatico libro sacro chiamato “Multàd”. I non adoratori di questa “religione” sono definiti “non-cricètidi” o più semplicemente “pagani”.
Se siete spiritosi e volete farvi qualche arguta risata, vi invitiamo a visitare il sito della Loggia Cricetale. Vi lasciamo ora alla lettura della “Canzone folk della nutria”, ricordandovi che “La comicità è la percezione dell’opposto, del diverso; l’umorismo ne è il sentimento.” (Umberto Eco)

CANZONE FOLK DELLA NUTRIA

Fredda è la notte
le nutrie a frotte

vanno nel campo scuro
da dentro un buco nel muro

Allegre le nutrie fanno razzia
per scacciare la sorte ria

uno sparo, uno schioppo
la nutria scappa dietro al pioppo

uno fratello è stecchito
tra le spighe è spirato

hey contadino
brutto assassino
per una pannocchia
brutto pezzo di indrocchia

hey zoticone
ora sei contentone?
una nutria hai accoppato
uno fratello hai fernuto

per una pannocchia
figlio di indrocchia
figlio di indrocchia

ma le nutrie non ci stanno
domani ritorneranno
e svelte di mano
ti prenderanno tutti i sacchi di grano

Nelson King Affuso

10176174_751340088223210_955005987759105951_n

Ringraziamo Loggia Cricetale per le foto.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...