THE INVASION A TORINO PER UN MERCOLEDì EXTRA-ORDINARIO

Locandina Mercoledì Extraordinari

Dopo una lunga pausa, la prossima proiezione del nostro The Invasion –  A Coypumentary sarà a Torino il 9 maggio, alle ore 22 in via Baltea 3.

Si tratta dell’ultimo appuntamento della stagione 2018 della serie dei Mercoledì eXtra-Ordinari, ciclo di incontri ideati da Arianna Abis ed Elisabetta Molinario, finalizzati ad offrire ai partecipanti opportunità di spunto e di approfondimento sul tema della Liberazione Animale, Umana e della Terra. Ciascuna serata consiste in una cena a base vegetale, con proposte diverse a seconda del tema, seguita da una post-cena culturale.

La cena del 9 maggio inizierà alle ore 20 e sarà dedicata alle erbe spontanee, da cui il titolo della serata “QUANDO SELVATICO FA RIMA CON ETICO, anno VI – L’utilizzo delle erbe selvatiche in cucina: gustosi piatti vegani per assaporare ciò che la terra spontaneamente ci offre.”

La seconda parte della serata, dal titolo “Invasiva a chi? Approfondimento sulla Nutria con il documentario “The Invasion – A Coypumentary” sarà ovviamente dedicata alla proiezione del nostro documentario, a partire dalle ore 22. Presente la regista Ilaria Marchini.

Per informazioni e prenotazioni: mercolediextraordinari@gmail.com o 3475423760
Oppure via facebook al seguente link: https://www.facebook.com/events/2002453563338140/

16114612_1902359910000102_4688481471632725690_n

I PROSSIMI NUTRI-APPUNTAMENTI CON THE INVASION

CAGLIARI – Giovedì 12 maggio – ore 17:30

12998264_823716891065999_2532761354396119631_o

La serata è organizzata dalla LAV di Cagliari presso la MEM (Mediateca del Mediterraneo), in via Mameli 164, nell’ambito della mostra LAV “Gli indesiderabili”. Il programma prevede alle 17,30 l’intervento di Massimo Vitturi, Responsabile nazionale LAV Animali Selvatici. A seguire verrà proiettato il nostro The Invasion – A Coypumentary.
Per informazioni, potete scrivere a lav.cagliari@lav.it oppure chiamare i numeri 338 3924715 – 3316019666.
Link all’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/271812739828644/

CREMA – Venerdì 20 maggio – ore 21:00

L’evento è patrocinato dal Comune Di Crema e organizzato da Le Grandi Orecchie Onlus, Associazione Antispecista neocostituita, nata per la realizzazione di un Rifugio per Animali Liberi, che ovviamente guarda con attenzione a tutte le specie viventi e alla situazione civile ed evolutiva della nostra società.
La proiezione sarà alle ore 21:00 presso la Sala Alessandrini, in via Matilde di Canossa n. 20. Saranno ospiti la regista Ilaria Marchini ed il biologo Samuele Venturini, entrambi a disposizione per rispondere alle domande del pubblico dopo la proiezione.
Per informazioni potete contattare l’Associazione direttamente sulla pagina facebook oppure scrivere a legrandiorecchie@gmail.com
Link all’evento su Facebook: https://www.facebook.com/events/271812739828644/

locandina A3 Crema4

Ricordiamo a tutti i nostri lettori che è possibile richiedere una proiezione pubblica del documentario inviando una mail a info@theinvasion.it oppure compilando il modulo che trovate qui: https://theinvasioncoypumentary.wordpress.com/organizza-una-proiezione/

L’INVASIONE A BERGAMO: REPORT DELLA PRIMA

IMG_2640 IMG_2634

 

 

 

 

 

La prima di “The Invasion” a Bergamo, organizzata dalla sezione LAV locale, è stata un successo sotto molti punti di vista: in primis per la buona affluenza di pubblico, che ha potuto gustarsi in prima visione il documentario e visitare l’interessante mostra “Gli Indesiderabili” di cui fa ovviamente parte anche la nutria. La serata è stata anche impreziosita dall’intervento di Massimo Vitturi (responsabile settore caccia e fauna selvatica LAV) che ha spiegato in modo semplice e comprensibile il perché dell’odio dell’uomo comune verso gli animali protagonisti della mostra, che risultano capri espiatori e pagano colpe non loro.

IMG_2659 IMG_2643

 

 

 

 

 

Altre gradite ospiti sono state la nutria domestica Mariah con la sua accompagnatrice Angelica Benazzi: prima della visione del documentario Angelica ha raccontato la storia del ritrovamento e della cura di Mariah e dello splendido rapporto che si è creato fra loro.

La visione di “The Invasion – A Coypumentary” è stata seguita da un momento di incontro con la regista Ilaria Marchini: un ottimo piano di riscontro per la riuscita della serata, visto che i presenti hanno seguito prima con interesse il documentario e poi hanno rivolto alla regista domande pertinenti, che hanno dimostrato che la visione del documentario ha suscitato curiosità e aperto nuovi dubbi sull’intervento umano verso questo animale.

IMG_2652 IMG_2662

 

 

 

 

 

Ringraziamo Donato Ceci, presidente di LAV Bergamo, per aver realizzato con i suoi collaboratori questa prima perfettamente riuscita: invitiamo voi che leggete a seguirci sempre qui sul blog e sulla pagina facebook in modo da restare informati su nuove proiezioni e su tutte le altre news targate “The Invasion”.

IMG_2644 IMG_2647

LA PRIMA DI THE INVASION

Il nostro “The Invasion – A Coypumentary” è pronto a debuttare a Bergamo all’Auditorium di Lab80, in Piazza della Libertà 2, giovedì 26 novembre. L’ingresso sarà su offerta libera.

post fb

Cogliamo l’occasione per ringraziare nuovamente chi ha contribuito al crowdfunding. Un sincero e sentito GRAZIE ai più di 100 sostenitori che hanno reso possibile, mattone dopo mattone, la realizzazione di questo nostro importante progetto.

La proiezione del documentario avverrà all’interno della mostra itinerante della LAV “Gli Indesiderabili”, allestita da Lav Bergamo con la collaborazione di Lab80 film. L’esposizione, visitabile dal 23 al 29 novembre, si pone l’obbiettivo di sensibilizzare l’opinione comune presentando gli animali definiti “problematici” per quel che sono: esseri viventi con una serie di caratteristiche e necessità etologiche, non corpi a perdere da annientare. I soggetti fotografici, accompagnati da illustrazioni ironiche e dalla descrizione delle abitudini e dei comportamenti degli animali protagonisti, invitano i visitatori a riflettere su pregiudizi e false credenze, fornendo stimoli per nuovi punti di vista e promuovendo una reale conoscenza di questi animali.

cover FB mostra gli indesiderabili

 

 

BUONE FESTE… CON LE BELLE FOTO DI JULIANE MEYER

10475225_10203854062173252_7724477144397897671_n

Nell’augurarvi Buon Natale e felice anno nuovo, vi regaliamo l’ultimo articolo di blog del 2014: un’intervista alla bravissima fotografa Juliane Meyer.

Ciao Juliane, presentati ai lettori del nostro blog

Mi chiamo Juliane Meyer e vivo in Germania, nella bella landa di Luneburgo. Quando non sono in giro con i miei animali, mi dedico alle mie due professioni: sono un Ingegnere in idraulica e geotecnica e poi sono anche una fotografa naturalista.

10399423_10204887875897949_8791889748106611341_n

C’è un feeling particolare che ti lega a gatti, cavalli e nutrie? O sei legata a tutti gli animali in generale?

Mi piacciono tutti gli animali: i serpenti e i ragni mi attirano come i gatti, i cani oppure le nutrie. Ma i “pelosi” mi piacciono particolarmente.

 

10155753_10152930549452490_4235749864314143521_n


Chi ti ha trasmesso la passione per gli animali? Quanti ne hai?

Ho sempre amato gli animali. Fin da bambina li osservavo e trascorrevo il mio tempo nelle stalle delle fattorie oppure nei pascoli con cavalli, maiali e buoi. Per me una vita senza animali è impensabile! Viviamo con 3 cani, 2 gatti, 2 maialini nani e 2 nutrie. Usano l’intero spazio della nostra proprietà e si rispettano a vicenda.

10690208_10205034788810680_8782937305487833968_n

Le tue fotografie riescono a catturare appieno la sintonia fra animali e uomo. Cosa pensi che si possa fare per migliorare il rapporto uomo natura?

Con le mie foto cerco di esprimere alla gente l’ anima, la passione e l’ umore che è in ogni animale. Oltre alle nutrie, anche i maiali sono tra i miei animali preferiti. Quando si entra in relazione con gli animali, non si può non amarli.

10306471_10152865561817490_4002746869729080881_n

Come è nata l’idea di fare un calendario 2015 con le nutrie? Come si può ordinare?

E’ da tempo che ricevo richieste di calendari con nutrie, con maiali e pappagalli ara. Così li ho realizzati quest’anno attraverso la piattaforma Calvendo. Sono stati accettati e possono essere ordinati anche su Amazon.

10257001_10203377745785640_5780308956549518524_n

Cosa ci puoi dire della nutria Nuki? Come è entrata nella tua vita?

Dunque, Nuki è, per così dire, una vittima dell’alluvione del fiume Elbe dell’estate 2012. Fu portato al parco animale Nindorf e allevato da Tanja Askani (esperta di lupi). Nel giugno 2012 il piccolino venne da me perchè Tanja cercava un bel posto per lui. Fummo subito d’accordo: non poteva restare da solo. In agosto Tanja ricevette la nutria Mummel in un parco animale, che da allora è la compagna di Nuki. Nuki è stato sterilizzato e da allora i due vivono insieme nel nostro giardino con lago e con tutti gli altri. Ogni tanto vengono anche in casa per “spolverare” un po’ di pane secco e banane… sempre carote dietetiche e insalata sono noiose!

10671377_10205035336424370_3543499624030801957_n

Ringraziamo Juliane per la sua testimonianza, tesa a rimarcare come il rapporto uomo/nutria può essere proficuo per entrambe le specie. Per chi fosse interessato, il calendario è acquistabile su Amazon a questo link: http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Daps&field-keywords=Funny+Nutrias&rh=i%3Aaps%2Ck%3AFunny+Nutrias

Ringraziamo inoltre la nostra amica Pro Nutria per la traduzione dal tedesco.

1476332_10202501480479555_109404220_n

THE INVASION: CE L’ABBIAMO FATTA!

Cari sostenitori, cari amici e nutria-lovers: ce l’abbiamo fatta!

http://www.produzionidalbasso.com/pdb_3411.html

Schermata 07-2456854 alle 12.59.40

Ieri si è chiusa la campagna di crowdfunding con il raggiungimento del budget di 5000 euro. Un grande traguardo per noi, che ci permette di dare il via alla fase finale della post-produzione!
E’ la fase più complessa di tutto il percorso perché ci porterà ad avere la versione definitiva del documentario, mettendo al lavoro altri professionisti che ci affiancheranno.

E tutto questo sarà possibile grazie all’aiuto, al supporto e all’affetto di tutti voi!

Contiamo di avere il documentario pronto entro fine anno: naturalmente continueremo a tenervi aggiornati sia su questo blog, sia attraverso la pagina facebook, sia sul nostro profilo twitter.

Continuate a seguirci!!!

ringraziamenti-1

THE INVASION A PARMA ETICA

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Sabato 7 giugno abbiamo partecipato alla prima edizione del Parma Etica Festival, dedicato alle tematiche della salute, degli animali e dell’ambiente.

L’evento si è svolto all’interno del Parco Ex Eridania nell’arco del fine settimana dal 6 all’8 giugno, con numerosi stand provenienti da tutta Italia e un ampio spazio dedicato alle associazioni.

Si sono inoltre susseguite conferenze, mostre, laboratori, corsi e spettacoli, finalizzati a sensibilizzare verso un approccio diverso alla Vita e alla salute.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Nell’arco della giornata di sabato, grazie al supporto e alla disponibilità di ENPA Parma, abbiamo allestito un nostro stand assieme all’associazione ProgEco – Ambiente & Natura.

Abbiamo avuto così l’opportunità di poter informare molte persone riguardo alla nutria, alle specie alloctone e alla tutela della biodiversità. E’ stata un’esperienza molto utile e costruttiva.

Ringraziamo tutte le persone che si sono intrattenute per dialogare con noi e per guardare il trailer e le anticipazioni tratte da The Invasion – A Coypumentary.

Uno speciale ringraziamento ai ragazzi di ENPA Parma per la perfetta organizzazione, per l’accoglienza e per la gentilezza.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

THE INVASION AL “VIVASCIENZA NIGHT”

Vivascienza Night

Sabato 24 maggio saremo a Montelupo Fiorentino (FI), ospiti del Vivascienza Night, una serata tutta dedicata alla natura e agli animali della notte.

L’evento, organizzato dal gruppo Vivascienza e dal Centro Didattico Terra Incognita, sarà un contenitore di open lab, seminari e giochi dedicati a grandi e piccini!

The Invasion sarà dedicata una conferenza sulla nutria e un banchetto informativo con raccolti fondi per il documentario.

Saranno presenti anche i ragazzi dell’associazione Un furetto in famiglia, persone competenti ed appassionate, pronte a farvi scoprire la bellezza della famiglia dei Mustelidi.

Non mancate!!!!!

DAL SASSO ALLA NUTRIA: GioCo Coi Sassi

MVI_7697

Gioia Cozzani è un’artista mantovana con la passione per l’arte di dipingere i sassi: la sua curiosità l’ha portata a realizzare anche le nutrie-sasso, quindi noi di The Invasion non potevamo di certo farci scappare l’occasione di intervistarla…

Ciao Gioia, grazie per averci concesso questa chiacchierata. Quali sono le principali soddisfazioni che ti dà questa esperienza?

Prima di tutto grazie per l’intervista. Una delle piccole soddisfazione è aver imparato che il sasso non è qualcosa di inerme ma è qualcosa di vivo. Amo le persone che mi vengono a trovare ai vari mercatini, che si fermano alla mia bancarella e hanno la pazienza di chiedere informazioni e di imparare. E’ bellissimo quando la gente vede la forma di un animale dietro al sasso grezzo, perché mi rendo conto che non solo io ma anche altri vedono quello che la pietra ispira. E’ un po’ come il gioco delle nuvole che si faceva da bambini!
Provo soddisfazione nel capire cosa il sasso nasconde. Infatti più il sasso è particolare, più mi ingegno per capire cosa rappresenta. Ci sono persone che hanno le attrezzature per modificare i sassi, ma così fanno un lavoro semplificato. Io appena lo raccolgo ci vedo cosa fare, e per me è una sfida quella di usare il sasso nella sua natura senza trasformarlo. Provo soddisfazione al termine di ogni mio lavoro, quando dipingo il punto luce nell’occhio del soggetto, ed è come se il sasso “prendesse vita”.

MVI_7697-5
Come è nata la tua passione per il disegno sui sassi?

Io ho iniziato come artista di strada e come madonnara, all’inizio dipingevo in piano sull’asfalto, poi è arrivata la pietra. Ho visto su un libro e da lì ho iniziato. Le mie prime esperienze sono state le case di pietra sui sanpietrini, prima semplici poi man mano sempre più personalizzate. Ogni volta aggiungevo un dettaglio sempre nuovo. Poi sono passata ai fiori e infine sono arrivati gli animali. Pinguino, criceto, leone, gatto, cane… oggi faccio tutti gli animali! Li faccio prendendo immagini da foto o libri, oppure mi commissionano anche ritratti di animali domestici. All’inizio era proprio una mia espressione artistica, non facevo mercatini o fiere. Solo in questi ultimi 10 anni ho iniziato a fare i mercatini, spinta da amici e parenti che mi dicevano di provare. Mi dicevano che dovevo fare mostre e partecipare ai mercatini dell’artigianato, perciò ho seguito il loro consiglio. All’inizio rendeva abbastanza bene, poi purtroppo è iniziata la crisi, anche perché la gente è abituata alle cose fatte in serie. Il lavoro fatto a mano è libertà di espressione e di creare, molte volte ci sono errori, ma alcuni difetti valorizzano l’oggetto artigianale.

Dove li trovi i sassi per le tue creazioni?

Il sasso lo raccolgo ovunque, sia nelle nostre strade che in montagna, al mare, al lago… ogni sasso ha la sua predisposizione per diventare casa, animale, fiore. Le pietre di lago, già spigolose, possono diventare ottime case e piante.
La pietra più è liscia più sembra reale e rende meglio il lavoro. Una pietra porosa viene scartata perché, oltre che rovinare la punta del pennelli, col tempo può assorbire i colori e quindi far sbiadire il lavoro.
MVI_7697l-4

Come riesci ad abbinare le diverse forme dei sassi agli animali che raffiguri?

Si parte dal sasso e si capisce che cosa può rappresentare. Il bello del sasso è che si può prendere, girare. E’ già la pietra che ti chiama e ti fa vedere la forma.
Una pietra dipinta si presta some soprammobile o fermaporta.
Io voglio perfezionarmi negli animali, mi danno più soddisfazione e riesco a renderli più espressivi.

Com’è stato il tuo primo impatto con le nutrie come soggetti? Ti è piaciuto disegnarle?

Per me è stata un’esperienza nuova, perché era un animale che non avevo mai dipinto. Per me è stata l’occasione di cimentarmi con un nuovo soggetto… l’ho presa come una nuova sfida! Sono partita dal castoro come base, da cui la nutria varia solo per il colore dei denti e per la coda, che è lunga e affusolata anzichè essere a spatola.
Per me la nutria è un animale simpatico. E’ vista come animale dannoso e brutto, che ti aggredisce… però chiunque abbia un minimo di buon senso dovrebbe sapere che una nutria selvatica non va istigata!
Per me è stato forte lo stupore nel vedere Willy nel trailer di “The Invasion – A Coypumentary”: una nutria adottata come fosse un gatto o un cane, che risponde quando la chiami, mi ha fatto vedere anche il lato positivo dell’animale. Quando espongo i gadgets che ho realizzato ai mercatini artigianali e di hobbystica cui partecipo, le persone mi dicono “La nutria?! Beh che schifo!”. Poi io spiego e racconto ed è divertente vedere come un’espressione scettica e diffidente, ad un certo punto si intenerisce. Personalmente sto cercando di conoscere meglio questo roditore, di informarmi e di farlo a mia volta conoscere meglio. Ho lo stupore di una bambina di 5 anni!

IMG_7680

Ti piacerebbe incontrare una nutria?

Sì certo, mi piacerebbe seguire ed incontrare una nutria in natura: come tutti gli animali, preferirei vederla in libertà. Amo il silenzio della natura, amo i boschi, mi piace girare per i parchi nazionali.
In Irlanda mi è capitato di vedere il cervo. Mi sono emozionata tantissimo, l’avevo sempre visto solo in foto! Là ho visto anche una volpe, mentre dalle nostre parti non sono mai riuscita a vederla.

Ringraziamo Gioia per l’intervista e vi invitiamo a guardare le sue creazioni sulla pagina facebook GioCo Coi Sassi.
SAMSUNG DIGITAL CAMERA

 

UN INTENSO WEEKEND TARGATO THE INVASION

c-100

Quello appena trascorso è stato un weekend impegnativo sul fronte della promozione! Venerdì 11 aprile Ilaria Marchini (insieme al biologo Samuele Venturini) è stata ospite della puntata “Ciack si gira!” sulla web tv C-100 di Cento (Fe). Nella trasmissione in diretta, della durata di un’ora, la conduttrice Antonella Cardone (direttore di Sulpanaro.net) ha dato ampio spazio a The Invasion e alla questione nutrie, con il faro puntato sulla recente alluvione nel modenese.
Ringraziamo Antonella e tutto lo staff di C-100 per averci invitato, nonchè per la professionalità e gentilezza dimostrati.

ATNC2014-mentelocale

Domenica 13 aprile, per la rassegna Mente Locale (documentari e incontri sul legame tra arte, vita e territorio), siamo stati al Teatro delle Ariette (loc. Castello di Serravalle – Valsamoggia BO) per presentare il trailer e parlare di The Invasion. E’ stata un’ottima opportunità poterci confrontare sia con il pubblico che con altri autori, oltre che un’occasione di crescita e di spunto per nuove idee. Ringraziamo l’organizzatrice Giorgia Boldrini e tutto il suo appassionato staff per l’accoglienza e lo spazio che ci hanno concesso.

“ALIENI SULLA PROPRIA TERRA”

resize.php

Venerdì 7 marzo si è svolto a Milano il convegno della LAV dal titolo Alieni sulla propria terra, incentrato sulla tematica delle specie provenienti da altri territori, definite appunto “aliene” o “alloctone”.

Nella mattinata è stato presentato un dossier realizzato da Barbara Bacci e Massimo Vitturi (responsabile LAV Caccia e Fauna selvatica), in cui sono elencati e descritti i casi più rilevanti di invasione da parte di “specie animali aliene”, seguiti da un’analisi circa le contromisure attivate per contrastare il proliferare di questi animali nei nuovi territori.

In coda alla presentazione del dossier, è stato proiettato il trailer di “The Invasion – A Coypumentary”: ne approfittiamo per ringraziare gli organizzatori per averci dato l’opportunità di parlare del nostro progetto in un contesto così prestigioso.

Il convegno ha visto successivamente la partecipazione di esperti di fama internazionale.

Il dottor Mauro Ferri del Servizio veterinario AUSL Modena, ha ripercorso la storia ultraventennale dell’introduzione della nicarbazina per il controllo della fertilità dei colombi. Si tratta di un metodo che, applicato parallelamente ad interventi di tipo ambientale, ha dato risultati positivi. Ciononostante, per la gestione dei colombi urbani si persevera nel raccomandare altri metodi tecnicamente inefficienti ed economicamente svantaggiosi.
Il dottor Ferri ha parlato altresì della problematica connessa alla presenza di una cospicua popolazione di daini nella Riserva Naturale del Gran Bosco della Mesola (Ferrara), che competono con i cervi autoctoni. Nell’arco degli ultimi vent’anni è stato messo in pratica un piano di abbattimento dei daini, con l’obbiettivo di eradicarli dalla zona. I daini sono però tutt’ora presenti, dunque sono state avanzate proposte per sostituire e/o integrare i metodi già applicati con un programma di immuno-contraccezione basato su un vaccino già collaudato in USA per i cervidi. Tali proposte non sono state però prese in considerazione nell’ambito delle linee guida.

La dott.ssa Giovanna Massei (York, UK), ricercatrice presso AHVLA (Animal Health and Veterinary Laboratories Agency), ha parlato dei recenti progressi nella ricerca sul controllo della fertilità degli animali selvatici. Mediante esempi tratti dai recenti studi condotti in Italia e in altri paesi, in particolare l’applicazione del vaccino GonaCon per la sterilizzazione dei cinghiali, ha spiegato i vantaggi e i limiti di tali metodi.

Il dottor Allen Rutberg (USA), del dipartimento di Scienze Biomediche della Facoltà di Medicina Veterinaria della Tufts-Cumming School (North Grafton, Massachussets) ha parlato dell’immunocontraccezione mediante il vaccino PZP, sperimentato a partire dal 1991 negli Stati Uniti su cavalli selvatici, cervi e bisonti. Può richiedere richiami o annuali oppure, per l’emulsione “a rilascio”, ogni 2-3 anni. Può inoltre essere somministrato anche a distanza con l’uso di dardi e funziona anche su cervi, pecore, capre, altri mammiferi ungulati, orsi, foche ed elefanti.

2014-03-07 16.44.09

Nel 2016 dovrebbe entrare in vigore la “Proposta di Regolamento del Parlamento Europeo e del Consiglio recante disposizioni volte a prevenire e a gestire l’introduzione e la diffusione delle specie esotiche invasive”. Tale proposta prende spunto dalla constatazione che l’immissione di piante e animali in un ambiente in cui non sono solitamente presenti è in costante aumento, anche a seguito dell’espansione degli scambi commerciali, dei flussi turistici nonché dei cambiamenti climatici.

Le disposizioni che dovranno essere approvate dal Parlamento Europeo, comprendono:

-il divieto totale di importazione, allevamento, vendita delle specie considerate più problematiche, definite “specie prioritarie”
-l’attivazione di un sistema di controllo e sorveglianza alle frontiere dei paesi dell’Unione Europea
-la predisposizione delle misure necessarie a tenere sotto controllo la diffusione delle specie invasive già presenti nei paesi dell’UE

E’ possibile visionare una cartina che illustra la distribuzione sul territorio italiano di nutrie, scoiattoli grigi, tartarughe Trachemys scripta, visoni americani e procioni a questo link: http://www.lav.it/cpanelav/js/ckeditor/kcfinder/upload/files/files/distribuzione%20principali%20specie%20aliene%20Italia%20ok.pdf

THE INVASION IN TV E IN RADIO!

radio2

La scorsa settimana il messaggio di “The Invasion – A Coypumentary” è arrivato in tv e in radio. Venerdì Ilaria Marchini, assieme al biologo Samuele Venturini, è stata ospite di TRC Modena nella trasmissione “Su La Zampa”, a cura di Elena Benassi. La trasmissione sarà mandata in onda domenica 09 marzo: chi non riceve TRC Modena potrà seguire la trasmissione in diretta streaming sul sito dell’emittente televisiva (http://www.trc.tv/mo/#.UxWwe_R5Pwp).
Domenica invece Ilaria Marchini e Fabio Rancati sono stati ospiti in diretta della trasmissione radiofonica Mystery Tour su Radio Onda D’Urto, condotta da Mickey E. Vil. E’ possibile riascoltare il podcast della puntata a questo indirizzo http://www.mixcloud.com/mysterytour/domenica-2-marzo-2014/

Rimanete sintonizzate per nuove news!

L’ARTE DI FRANCESCA LU’: UNA STRAORDINARIA EMPATIA

1506584_739963239348927_496616109_n  1920419_739963392682245_317997311_n

Iniziamo da ora a parlarvi dei gadgets esclusivi dedicati a “The Invasion – A Coypumentary”, già presentati in anteprima ad alcuni eventi cui abbiamo partecipato.
Francesca Romana Luzi, conosciuta nel web come Francesca Lù, è la prima di una serie di giovani artiste che abbiamo avuto la fortuna di conoscere, ed è l’autrice delle bellissime illustrazioni che hanno la nutria come soggetto, realizzate su shoppers, pochettes e piccoli portamonete.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA  SAMSUNG DIGITAL CAMERA

Francesca Lù è un’artista poliedrica, capace di spaziare tra le più diverse tecniche pittoriche, dal carboncino al pennello cinese, passando per gli acquerelli e i colori acrilici.
Creatrice del marchio registrato Fermenti Attivi, che ha come logo un bacillo, è anch’essa in continuo “fermento” artistico, pronta a lanciarsi in nuove sfide. Il suo percorso è infatti estremamente ricco e variegato.
Dopo il liceo classico e l’Università di lingue e letterature straniere a Roma, l’amore per l’arte, il disegno, la pittura e la grafica emerge in maniera prepotente. Frequenta quindi un corso di grafica visualizer e grafica di desktop publishing e un corso di web designer, iniziando successivamente a lavorare come art director di campagne pubblicitarie delle più note agenzie del settore: McCann, Leo Burnett e Publicis.
Dopo 7 anni però, incapace di mettere da parte la sua vera passione per il disegno, sceglie di rimettersi in gioco!
Frequenta la Scuola Romana del Fumetto e per due anni studia disegno dal vero, nudo e tecniche pittoriche. Comincia a dedicarsi al disegno a 360 gradi: illustra libri ed esegue lavori commissionati da privati, quali la realizzazione di magliette, disegni su carta e tela, personalizzazioni di borse e shopper, e mille altre espressioni della sua fantasia!

16605_730798443598740_268187807_n  66046_585135148165071_120523652_n
I suoi soggetti preferiti sono gli animali, con una vera passione per i gatti, i cui ritratti variano dallo stile naif al realismo.
Passiamo ora la parola a lei, con l’intervista che ci ha rilasciato:

Come è nata la tua passione per il disegno?

La mia passione per il disegno è nata con me. Fin da piccola inseguivo la suora all’asilo e la maestra alle elementari (entrambe talenti con le matite) per cercare d’imitare la loro tecnica, la loro bravura e la loro capacità di riportare il mondo che vedevano, sulla carta. Ogni foglietto era colonizzato dalle mie matite e quando esplose la “anime mania” con Candy Candy, Lalabel, Bia ecc… mi ritrovai al settimo cielo nel copiare, reinterpretare e creare storie a fumetti di mia invenzione.
Ogni cosa era un’ispirazione, ma devo ammettere che la cultura giapponese coi suoi manga mi ha aperto il meraviglioso mondo delle matite e dei colori e nella prima fase della mia vita l’ha fatta da padrona. Crescendo i talenti italiani sono stati i miei ispiratori, tra tutti Milo Manara che considero una specie di alieno per il suo tratto. Adoro Renato Guttuso perchè mi lascia a bocca aperta la sua capacità di stare a suo agio tra mondi di tecniche diversissime tra loro e vado in estasi di fronte alla pittura raffinata rinascimentale e barocca italiana, dove le due dimensioni si trasformano e ti lasciano entrare nel quadro.

Come è avvenuto il tuo ritorno al disegno dopo i 7 anni di lavoro nelle agenzia di pubblicità?

La mia formazione è stata molto variegata, perchè da studi classici sono passata a corsi presso accademie specializzandomi nelle arti visive. Dopo sette anni nelle agenzie di pubblicità come art director, il richiamo del disegno e dell’arte assoluta è stato più forte. Il richiamo della foresta appunto, delle sensazioni di un linguaggio più alto.
Era destino che riprendessi in mano quelle matite che avevo accantonato per troppo tempo, digitando tasti e disegnando con strumenti digitali. E ne sono fiera e felice.

998012_620620011283251_402809760_n  ShopperNutria2CloseUp2

Quali tecniche utilizzi e su quali supporti realizzi le tue creazioni?

Utilizzo diverse tecniche. Quando le scopri e le esplori o ne diventi ossessionato o le scarti subito. Sono sempre alla ricerca di quella che mi farà stare con il blocco in mano fino a tarda notte.
Mi sbizzarrisco tra i carboncini, le sanguigne, gli acquerelli, gli acrilici, gli olii e disegno su diversi supporti, non solo sulla classica carta di diverse grammature o tela. Dipingo su borse di ecopelle, su shopper e magliette di cotone perchè voglio fare in modo che tutto possa diventare una tela basculante, è un po’ come portarsi un’opera d’arte sempre appresso.

Riesci a raffigurare animali domestici realizzando dei veri e propri ritratti. E’ incredibile il modo in cui riesci a renderli somiglianti, cogliendone anche la personalità e il carattere! E’ un’abilità notevole: qual è il tuo segreto?

Innanzi tutto grazie! E poi… qui spiego quello di cui è fatta la mia persona, il mio cuore, la parte davvero vitale che è in me: l’amore per gli animali. Sento un legame con loro, un’empatia che mi sembra viaggi a livelli più alti di quelli del linguaggio umano tanto poco esplicito a volte. Certe vibrazioni non hanno bisogno di parole, sono pura sintesi. La loro intelligenza parallela alla nostra e per nulla inferiore mi fa sentire viva e quando li guardo negli occhi capisco il loro stato d’animo, o almeno spero. Ovviamente ho davanti agli occhi soprattutto i miei gatti, sia quelli che vivono a casa con me che i miei adorati mici di colonia, serviti e riveriti come se fossero di casa. Ma uno dei miei sogni è abbracciare un leone come Kevin Richardson, ho i brividi quando li vedo comunicare e viversi letteralmente. Un’altro grande sogno è quello di nuotare con un delfino e… beh, qua la “serie” potrebbe essere interminabile!
Il segreto per ritrarli così bene, così “vivi”? Li guardo e mi metto a loro disposizione, sento le loro vibrazioni e mi limito ad amarli da impazzire.

558956_518158281529425_181404105_n  535202_429587103719877_287873350_n

Com’è stato il tuo primo impatto con le illustrazioni delle nutrie? Ti sono piaciute come soggetti?

Ho adorato disegnare le nutrie, fin dal primo momento, cosa che ho immediatamente comunicato alla simpatica Ilaria! Hanno un aspetto tenerissimo e molto dolce, e come tutti gli esseri viventi sono degne di vivere, anche se l’orrore antropocentrico dell’uomo riesce spessissimo a rovinare tutto.
Le nutrie hanno una linea del corpo bellissima, soprattutto quando si mettono quasi in piedi sulle zampe posteriori, creando una curva bellissima e massiccia, ma nello stesso tempo elegante perchè compatta, minimale. Una linea che svela un’eccellente muscolatura da grandi nuotatrici.

Da dove viene il tuo nome d’arte Francesca Lù?

Mi chiamo in arte Francesca Lù perchè 5 anni fa, quando scoprii facebook, ero molto titubante nell’esporre il mio vero nome per intero, ossia Francesca Romana Luzi, come molti altri temevo il “mostro” facebook. Allora mi registrai così in velocità, spinta da un collega che mi diceva che dovevo assolutamente conoscere facebook. Da allora è rimasto questo nome. Ho anche un marchio registrato che si chiama Fermenti Attivi.

Ho conosciuto Francesca sul web e sono rimasta conquistata non solo dalla sua squisita persona, ma dai suoi disegni che ho trovato fin da subito molto belli, in particolare per la loro straordinaria vivacità. La sua forza è, a mio avviso, la capacità di spaziare nei generi più diversi e nell’utilizzo delle tecniche più variegate. E anche nel suo spirito curioso, capace di dare forma alla richieste più diverse, con risultati sempre molto apprezzabili!
Si può immaginare un mestiere più bello che dare forma e colore ai sogni delle persone?

Se voleste vedere le sue creazioni andate sulla pagina Facebook Illustrazioni Francesca Lù oppure sul suo sito www.fermentiattivi.it
Se voleste contattarla alla sua mail è fra@fermentiattivi.it.

1486713_727842333894351_212281147_n

“ALIEN WARNING – GLI (ANIMALI) ALIENI SONO TRA NOI”

Alien Warning

Domenica 16 febbraio si è svolto, presso il Centro Didattico Terra Incognita a Montelupo Fiorentino (FI), il primo appuntamento di “Alien Warning – Gli (animali) alieni sono tra noi!“, serie di incontri per parlare delle cosiddette “specie aliene”, ovvero gli animali originari di altre parti del mondo e introdotti dall’uomo nel nostro ambiente.
La nutria, animale “alieno” tra i più rappresentativi, è stata scelta come protagonista della prima conferenza, ed è stato chiamato come esperto in materia il biologo Samuele Venturini. Naturalmente eravamo presenti anche noi con alcune anticipazioni tratte da “The Invasion – A Coypumentary”, scelte appositamente per integrarsi con l’intervento del dott. Venturini.
La giornata prevedeva anche un laboratorio didattico per i più piccoli, con attività creative finalizzate a far conoscere la nutria nella sua morfologia.

1614265_435333559930760_387178886_o copy 1780194_435333813264068_465817624_o copy
L’evento ha visto la presenza di un folto pubblico di curiosi ma anche di esperti (tra i quali biologi e veterinari), che hanno seguito con molto interesse la conferenza. E’ comprovato che le nutrie possono causare danni ai sistemi ecologici e all’economia agricola: conoscerle meglio è il primo passo per arrivare ad elaborare e ad applicare le soluzioni adeguate (che non devono necessariamente essere le stesse in ogni contesto).
L’evento, patrocinato dal comune di Montelupo Fiorentino (FI), è stato organizzato dal gruppo Vivascienza, che ringraziamo sentitamente per la gentilezza e disponibilità.
Ci complimentiamo inoltre per il meraviglioso spazio del Centro Didattico Terra Incognita, una realtà nata con lo scopo di rendere fruibile a tutti quella scienza che non può essere esclusiva solo del mondo accademico. Il museo è una “Wunderkammer” contemporanea, suddivisa nelle tre aule Micro Titan Zoo, Insecta-Herbarium e Tempo & Pietra: si tratta di affascinanti cornici naturalistiche, che permettono l’uso di reperti reali a supporto di una didattica di tipo esperienziale.
Vi invitiamo a partecipare ai prossimi appuntamenti di “Alien Warning – Gli (animali) alieni sono tra noi!“:
Domenica 9 marzo > “Allarme Anfibi!!!!”, con la collaborazione di Legambiente Sesto Fiorentino
Domenica 6 aprile > “Testuggini e gamberi killer!”, con la collaborazione della Fondazione Paolo Malenotti

CONFERENZA: I DAINI E GLI ALTRI ANIMALI SELVATICI

Conferenza daini Ravenna

Sabato 1 febbraio si è tenuta a Ravenna la conferenza dal titolo “I Daini e gli altri animali selvatici”, organizzata da Essere Animali e Lav Forlì Cesena, con il patrocinio del Comune di Ravenna e della Provincia di Ravenna.
Molte persone (tra cui alcuni amministratori locali) hanno seguito con interesse e partecipazione gli interventi del veterinario Fabio Dall’Osso e del biologo Samuele Venturini.
I due relatori hanno portato la loro esperienza in modo da fornire, sia ai cittadini sia alla pubblica amministrazione, una corretta conoscenza della fauna selvatica, indispensabile per poter sviluppare comportamenti virtuosi e non cruenti per una corretta gestione faunistica.
A seguire abbiamo presentato una breve anticipazione da The Invasion – A Coypumentary, realizzata per l’occasione. Ringraziamo tutti i partecipanti che si sono intrattenuti con noi per chiedere informazioni riguardanti il documentario e il crowdfunding, che partirà a breve.

VIVASCIENZA OPEN LAB

1452459_396587347138715_1953384368_n

Domenica 17 Novembre siamo stati ospiti alla Festa di Vivascienza, che si è svolta nella suggestiva cornice della Galleria di Corso Garibaldi, a Montelupo Fiorentino (FI).

Vivascienza è un gruppo di divulgazione scientifica che nasce all’interno dell’Associazione di Promozione Sociale Terra Incognita e ha la finalità di diffondere la conoscenza delle Scienze Naturali. Vuole raggiungere soprattutto la gente comune, trasmettendo, insieme alla conoscenza scientifica, una giusta sensibilità e una consapevolezza libera da pregiudizi, da luoghi comuni, e non condizionata dalla cattiva informazione.
Vuole inoltre essere un punto di riferimento per ogni evenienza a carattere pratico-operativo, fornendo tutte le informazioni utili in caso di incontri con “ospiti inattesi” (animali selvatici, insetti, etc) o anche per chiunque avesse l’intenzione di avvicinare o aiutare qualche animale (installazione di casette per uccellini o per scoiattoli, bat-box, etc), o ancora per segnalazioni di avvistamenti di animali insoliti o importanti, mettendo a disposizione le proprie competenze.
Vivascienza promuove anche le attività comunemente correlate con la passione per le Scienze Naturali, come la terrariofilia e l’acquariofilia, trasmettendo l’interesse e la passione verso un allevamento etico, consapevole e rispettoso delle esigenze biologiche ed ecologiche degli animali e delle leggi vigenti, finalizzato al miglioramento della conoscenza e della conservazione delle specie.
Vivascienza propone altresì progetti didattici per le scuole e si rende disponibile a collaborare con enti o con altre associazioni che vogliano condividere attività quali monitoraggio, conservazione e raccolta dati per la ricerca scientifica.

All’Open Lab hanno partecipato numerosi gruppi ed associazioni legati a tematiche riguardanti le Scienze Naturali e le attività ad esse correlate (astronomia, antropologia, paleontologia, botanica, etica veterinaria, terraristica, mineralogia, zoologia, erpetologia, micologia, speleologia, etc).
Il materiale divulgativo riguardante “The Invasion – A Coypumentary” è stato collocato in un apposito spazio espositivo, all’interno del quale sono stati inseriti alcuni pannelli inerenti le specie alloctone, un cranio di nutria (preso dalla collezione di Vivascienza) e un monitor che ha trasmesso a rotazione il trailer del documentario. E’ stata inoltre collocata nel medesiomo spazio una vasca con alcune tartarughe Trachemys Scripta (altra specie aliena di cui abbiamo parlato in un precedente articolo), recuperate dalla Fondazione Paolo Malenotti.
L’evento ha dato spazio inoltre all’esposizione di fotografie macro realizzate da Massimo Brizzi e di disegni naturalistici ad opera di Alessandro Sacchetti.
Il trailer di “The Invasion – A Coypumentary” è stato proiettato anche negli intervalli tra i filmati in programma nella sala proiezioni, che includevano documentari e reportages di spedizioni esplorative.
Nella giornata di domenica 17 è stato inoltre inaugurato il Tesla Science Bar, nuovo spazio sociale dell’Associazione Terra Incognita.
L’evento ha visto un ottimo afflusso di pubblico e si è venuta a creare una splendida atmosfera.

Ringraziamo gli organizzatori per la disponibilità e per averci offerto uno spazio in questa prestigiosa cornice.

1393694_394968450633938_1510099931_n

INTERNATIONAL RABBIT DAY & FRIENDS 2013

Cattura

Domenica 22 settembre siamo stati al Parco Spina Azzurra di Buccinasco (MI), ospiti dell’International Rabbit Day & Friends, iniziativa di sensibilizzazione incentrata sul mondo dei conigli e degli altri piccoli roditori, organizzata dall’Associazione Animali Esotici Onlus, in collaborazione con la Società Italiana Veterinari per Animali Esotici.

L’evento, patrocinato dal Comune di Buccinasco e dall’Ufficio Diritti Animali della Provincia di Milano, è giunto quest’anno alla sua terza edizione e si è svolto in concomitanza con analoghe manifestazioni negli Stati Uniti (http://www.rabbit.org/hrsinfo/worldrabbitday.html).

La mattinata ha visto gli interventi di veterinari SIVAE ed esperti biologi. Un gruppo di volontari è rimasto inoltre a disposizione nell’arco dell’intera giornata per dare consigli ed informazioni in merito alla gestione e alla salute dei conigli e degli altri piccoli roditori.

Nel primo pomeriggio, dopo il buffet vegano, ha avuto luogo la “Sfilata Simpatia” condotta da Davide Cavalieri di RadioBau, cui hanno partecipato circa 37 fra conigli e cavie in braccio ai loro amici umani. La Giuria, composta da Francesca Donaggio di AAE Onlus, dal biologo e castorologo Samuele Venturini e da Stefano Ferro di “Nella Vecchia Fattoria”  ha premiato 10 partecipanti per il carattere e per la personalità.

E’ stato consegnato per la prima volta il “Premio Coniglio Bianco”, dedicato ed intitolato alla memoria del Dott. Massimo D’Acierno, medico veterinario molto vicino all’AAE Onlus e fondatore della Clinica Veterinaria Turro.

Sono stati inoltre premiati i vincitori del concorso fotografico dedicato all’International Rabbit Day 2012.

Per alcuni è stato possibile adottare direttamente animali abbandonati in carico all’associazione: conigli, cavie, criceti e anche tartarughe dalle orecchie rosse.

Ringraziamo gli organizzatori e tutti i partecipanti che si sono intrattenuti con noi per parlare di nutrie, di altre specie alloctone e di “The Invasion – A Coypumentary”.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

OPEN DAY DAGLI ZII DI WATSON

999728_655118311173234_56293469_n

Domenica 15 settembre abbiamo partecipato all’Open Day dagli zii di Watson, evento di presentazione del calendario 2014 dell’associazione La Voce Dei Conigli.

La manifestazione, che si è svolta a Vicenza all’interno di un bellissimo giardino privato, è stata una piacevole occasione di incontro tra appassionati di conigli e di altri piccoli roditori. Nell’arco del pomeriggio si è svolto il Mercatino Lapino Solidale ed è stato allestito un ricco buffet con merenda vegana preparata da CucinaVerde.

La voce dei conigli è un’associazione di volontariato no profit che opera principalmente in Veneto e in larga parte del nord Italia. Si occupa del recupero dei conigli abbandonati e si cura di trovare loro un’adeguata sistemazione presso nuove famiglie. Ha inoltre lo scopo di informare circa la corretta gestione del coniglio come animale da compangnia, anche mediante un sito web all’interno del quale è possibile reperire utili schede informative, corredate da foto e filmati. L’associazione si avvale altresì della collaborazione di veterinari specializzati in animali esotici.

Ringraziamo gli organizzatori e tutti i partecipanti che si sono intrattenuti con noi per parlare di nutrie, di altre specie alloctone e di “The Invasion – A Coypumentary”.

SAMSUNG DIGITAL CAMERA

ECCO I PROSSIMI APPUNTAMENTI

VEGfest

Siamo lieti di comunicarvi che sabato 31 agosto saremo ospiti del VEGfest, organizzato dalla LAV di Forlì-Cesena presso il Parco Fellini di Gambettola (FC).

L’evento, giunto quest’anno alla sua 4° edizione, ha lo scopo di promuovere lo stile di vita Vegan mediante conferenze, proiezioni, workshops, il tutto nel contesto di una grande festa con musica e intrattenimento.

Il programma è estremamente ricco, lo potete consultare andando cliccando qui.

Il nostro intervento sarà alle ore 15:15: presenteremo alcune anticipazioni da “The Invasion – A Coypumentary” e saremo a disposizione del pubblico per rispondere a domande e curiosità.

Saremo inoltre presenti a partire dalle 14 con un banchetto da cui distribuiremo materiale informativo e avremo in anteprima alcuni gadgets per la campagna di crowdfunding.

20 copy

Sempre sabato 31 agosto, parteciperemo alla rassegna “Il video d’autore nella Bassa”, che si svolgerà alle ore 21:00 presso il Parco Florida di Pegognaga (MN).

La serata, che ha in programma opere di vari autori, aprirà il Festival Degli Scrittori della Bassa, manifestazione letteraria che dal 2006 che raccoglie scrittori legati al territorio e alla cultura derl Po e include presentazioni, incontri, dibattiti, letture e performances.

Vi invitiamo a consultare il programma completo, che potete trovare cliccando qui.

Verranno proiettati il trailer ufficiale di “The Invasion – A Coypumentary” e il primo Fake Trailer “The Invasion – Trailer”, con alcune scene girate proprio a Pegognaga, presso il Parco San Lorenzo.

ALTRE ANTEPRIME DEL TRAILER

La scorsa settimana il trailer ufficiale di The Invasion – A Coypumentary è stato proiettato in tre occasioni.

LAVacanza

Lunedì 24/06/13 si è tenuta una serata di informazione e divulgazione sulla specie nutria (Myocastor coypus) a Feltre, in provincia di Belluno, a ben 1100 metri di altezza. Questo evento è stato incluso nei corsi appartenenti alla settimana organizzata dalla LAV e denominata LAVacanza. La serata informativa, che è durata circa un’ora, ha visto la sala al completo. Presenti naturalmente tutti gli iscritti a LAVacanza, fortemente motivati ad apprendere più nozioni riguardanti l’argomento in questione. Il trailer del documentario “The Invasion – A Coypumentary” è stato mostrato in chiusura ed ha avuto un buon riscontro, sia come applausi che come apprezzamenti.

OIPA 26 GIUGNO2013

Mercoledì 26/06/13 la delegazione OIPA per Ferrara e Provincia ha organizzato un Tavolo Partecipato dal titolo “Perché fermare i piani d’abbattimento – Impatto ambientale, costi, alternative”. All’evento, svoltosi presso la sala degli Arazzi del Municipio di Ferrara, erano presenti circa una trentina di persone, tra cui esponenti di OIPA, LAV, ENPA, ANLC, FIDC e Guardie Venatorie Volontarie di Confagricoltura.
Massimo Comparotto, presidente dell’OIPA Italia, ha introdotto il Tavolo Partecipato.
L’Assessore Provinciale Stefano Calderoni ha illustrato la situazione attuale nella Provincia di Ferrara, spiegando le ragioni per cui in determinati casi viene presa la decisione di attuare i piani di abbattimento.
Il biologo Gianni Tamino ha spiegato l’inefficacia e i danni ecologici provocati da questi procedimenti.
Il consigliere regionale dell’Emilia Romagna Gabriella Meo ha parlato degli elevati costi sia dei piani di abbattimento che degli indennizzi per i danni da fauna selvatica.
Il biologo e castorologo Samuele Venturini ha fornito una panoramica storica nazionale ed internazionale sulla gestione dei predatori, citando alcuni metodi ecologici alternativi all’abbattimento.
Il consigliere regionale Mauro Malaguti ha infine presentato alcune proposte di modifica all’attuale quadro normativo della Regione Emilia Romagna, ponendo l’esigenza di incrementare i controlli sui coadiutori addetti all’attuazione dei piani.
Ha seguito un dibattito in cui sono intervenuti l’Assessore Calderoni, Marino Bersanetti (presidente di Federcaccia), Barbara Vignoli (esponente dell’ENPA di Cento).
Il trailer è stato mostrato in coda all’intervento del dott. Samuele Venturini.

NutrieFlero
Venerdì 28 giugno si è svolto presso Villa Grasseni, a Flero (BS), un incontro pubblico dal titolo “Nutrie: come affrontare il problema?”. L’evento è stato organizzato dalla LAV di Brescia e dall’ANPANA (Associazione Nazionale Protezione Animali Natura e Ambiente), con il patrocinio del comune.
Il biologo e castorologo Samuele Venturini ha parlato delle origini e delle caratteristiche etologiche della nutria, dell’attuale situazione del contenimento e dei metodi alternativi per cercare di risolvere il problema.
Il comune di Flero è infatti il primo della provincia ad aver preso in considerazione l’idea di attuare un progetto di contenimento della nutria di tipo incruento.
A seguire è stato proiettato il trailer: i momenti che hanno suscitato nei presenti le emozioni più forti sono stati la scena in cui si vede un addetto in procinto di abbattere una nutria e le interviste alla gente comune.
Il dibattito che è seguito all’incontro è stato molto acceso però anche costruttivo, vista la presenza di punti di vista molto diversi ma comunque tesi a perseguire la medesima finalità.

WILLY, UN CASTORINO DAVVERO SPECIALE

Vi presentiamo Willy, fiero rappresentate delle nutrie di tutto il mondo:

Willy ha una storia molto particolare. La madre, gravemente ferita, era stata investita da un’auto e aveva raccolto le ultime forze per partorire. Willy è il solo sopravvissuto di un’intera cucciolata.
Quella notte di primavera una persona lo ha trovato, salvandolo così da una morte sicura. In seguito Willy è stato affidato alle cure del biologo e castorologo Samuele Venturini.
La particolare circostanza ha fatto sì che nel cucciolo di nutria si manifestasse l’imprinting verso l’uomo. Lo svezzamento si è inoltre protratto per un tempo più lungo del previsto, cosa che ha contribuito a rafforzare il legame affettivo tra Willy e Samuele. Per queste ragioni è stata presa la decisione di non immetterlo in natura, perché la sua etologia lo avrebbe esposto ad inutili rischi.
Willy è a proprio agio nell’ambiente domestico e lo scorso aprile ha compiuto 5 anni. E’ un vero pet: sa essere infatti molto affettuoso, docile, divertente e amorevole. E’ inoltre assai curioso e comunica mediante vocalizzi davvero particolari. Si nutre di ogni genere verdura, però ama anche i dolci e i biscotti secchi.
E’ da precisare che secondo la legge n. 157/92, la nutria è fauna selvatica naturalizzata quindi appartenente allo Stato Italiano, seppur di origine alloctona (proviene infatti dal Sud America). Non è consentito prelevare animali selvatici in natura, però è obbligatorio prestare recupero a individui in difficoltà: la situazione di Willy rientrava proprio in questa casistica.
Va ricordato però che le nutrie sono ritenute problematiche sia dalle Province che da molti CRAS (Centro Recupero Animali Selvatici), perciò il recupero di questi animali può terminare con una soppressione, talvolta ingiustificata.
Per saperne di più, continuate a seguirci!

IL TRAILER IN ANTEPRIMA

Raccogliamo in questo articolo le prime proiezioni del trailer.

nutrie-treviso-5-aprile-2013

Venerdì 5 aprile si è svolta a Treviso la conferenza “Nutrie: simpatici roditori o calamità naturali?” organizzata dall’europarlamentare Andrea Zanoni.

I relatori hanno approfondito tutti gli aspetti conoscitivi, andando a ridimensionare i più diffusi luoghi comuni. Si è discusso inoltre circa le modalità di gestione della nutria ad opera delle amministrazioni pubbliche, andando anche ad illustrare nello specifico il caso della provincia di Treviso.

Al termine della conferenza è stato proiettato il trailer di “The Invasion”, con un favorevole coinvolgimento da parte del pubblico presente.

Oipa Milano 9 maggio 2013

Giovedì 9 maggio si è svolto a Milano il convegno dell’Oipa in collaborazione con il Comune di Milano dal titolo “Animali Esotici: Legislazione e Aspetti Sanitari”. E’ stata approfondita la tematica degli animali esotici e “non convenzionali”, con particolare attenzione alla normativa vigente in materia e alle corrette modalità di gestione di chi decide di ospitarne in ambito domestico. Il trailer è stato proiettato al termine dell’intervento di Samuele Venturini, biologo e castorologo, riscuotendo interesse sia tra i relatori che tra il pubblico.

Buccinasco 10 maggio 2013

Venerdì 10 maggio si è svolta a Buccinasco una conferenza organizzata dalla Banca del Tempo e dei Saperi in collaborazione con il Comune di Buccinasco e con il patrocinio della Regione Lombardia dal titolo “Il territorio, fauna e flora: Buccinasco tra terra e cielo”. Sono state analizzate le tematiche riguardanti la biodiversità, l’ecologia, le specie alloctone e la natura di Buccinasco in generale. Anche in questa occasione il trailer è stato proiettato al termine dell’intervento di Samuele Venturini, con un ottimo riscontro.

Lav Forlì Cesena 11 maggio 2013

Sabato 11 maggio siamo invece stati ospiti della LAV di Forlì-Cesena, che ha organizzato il seminario dal titolo “Impariamo a rispettare la fauna selvatica”. L’evento ci dato modo di comprendere meglio ed approfondire la conoscenza delle specie selvatiche (alloctone e non) e le normative sulla caccia. Il trailer è stato proiettato in chiusura, con attenta partecipazione e curiosità da parte del pubblico presente.