LA NUTRIA DAMOCLE E LA CRICCA DI MOLENTARGIUS

16366_621558664632232_5076042978419065566_n

Abbiamo intervistato Michele The Sea, autore di divertenti strisce a fumetti con protagonisti gli abitanti del Parco Molentargius-Saline, in Sardegna. Il suo è uno stile che ricorda un po’ Lupo Alberto di Silver, troviamo infatti personaggi eterogenei: la nutria Damocle, l’anatra Germano, il fenicottero Pericle, il gongilo Maciste e molti altri.

Ciao Michele! Presentati ai lettori del nostro blog.

Innanzitutto un saluto a tutti gli amici di “The Invasion”. Io mi chiamo Michele Dessì, in arte Michele The Sea e cerco di occuparmi di illustrazione, uso il verbo “cerco” in quanto ho iniziato relativamente da poco a impegnarmici seriamente, e purtroppo ho notato che è un campo non molto facile, ma per fortuna sono abbastanza testardo e non demordo facilmente quando qualcosa mi piace. Finora mi sono ritrovato a fare diversi tipi di lavori e saltuariamente mi capitano anche lavoretti di grafica, che vanno dalle T-shirt alle stampe su tela, dalle illustrazioni scientifiche ai fumetti, insomma dove c’è da disegnare io ci sto a fagiolo! La mia formazione è autodidatta.

Da quanto tempo disegni? Come è nato questa tua passione?

Disegno da che ho memoria, e come tutti i bambini ho iniziato a scarabocchiare appena sono riuscito a tenere in mano un pastello, e da quel giorno non ho più smesso.
La passione per il disegno è nata probabilmente per merito dell’amore che provo per gli animali, infatti passavo molto tempo a copiare dalle enciclopedie animali di qualsiasi genere; carnivori o erbivori, pelosi o squamati, volanti o striscianti, viventi o estinti.

10647191_622036374584461_2711462321626366027_n

Oltre al web, ci sono state pubblicazioni cartacee delle tue striscie a fumetti? I tuoi soggetti sono stampati anche su t-shirts?

Purtroppo ancora niente di cartaceo, come dicevo poc’anzi ho iniziato da poco, quindi chissà, magari in un futuro prossimo, e la cosa non mi dispiacerebbe affatto.
Per quanto riguarda le T-shirt invece ci sto lavorando, qualche grafica è già disponibile, ma per quanto riguarda i personaggi de “La cricca di Molentargius” bisognerà aspettare ancora qualche giorno.

Il tuo fumetto “La cricca di Molentargius” da dove trae ispirazione? Come è nata l’idea? Di che cosa parla?

Il mio fumetto trae ispirazione dal Parco Naturale Regionale di Molentargius, ritenuto una delle aree umide più importanti d’Europa, e la mia fortuna è averlo a neanche 10 minuti da casa, quindi tra una passeggiata e l’altra, tra un fenicottero ed un germano reale la fantasia è continuamente stuzzicata e stimolata a rendere omaggio alla meraviglie del parco. L’idea quindi è quella di parlare del parco sia nel bene che nel male, e far notare le qualità ma anche le cose che non vanno, e trovo che, soprattutto queste ultime, se denunciate da un abitante del parco peloso, coi dentoni arancioni e alto una quarantina di centimetri rimanga più impresso.

Schermata 10-2456955 alle 10.47.10

Quindi la nutria Damocle esiste realmente! L’hai davvero incontrata?

Sì, Damocle o Damy, come ormai tutti la chiamano, esiste davvero. Qualche tempo fa fu avvistato accanto ad una delle tante fermate dell’autobus che costeggiano il parco, e la cosa divertì tanto la gente che fu fotografato e postato sulla pagina facebook di Spotted Quartu, e da lì poco passò che fu battezzato e ritratto in un fumetto.

Schermata 10-2456955 alle 10.55.12

Quindi deduco che anche in Sardegna sono presenti le nutrie. Sono numerose? Come sono percepite dalle persone?

A Molentargius le nutrie ci sono da circa 8 anni, ma ammetto che non ne ho mai vista una prima di un anno e mezzo fa circa, quindi credo che non ce ne siano tante, anche perché gli avvistamenti successivi sono stati abbastanza radi per quanto mi riguarda.
Purtroppo c’è chi le accusa di essere portatrici di malattie e devastatrici di habitat delle specie autoctone, ma per fortuna in tanti sembrano vederle di buon occhio e spero che Damocle aiuti a far apprezzare maggiormente questo animaletto, che già in passato ne ha viste abbastanza.

Come hai scoperto la pagina di Willy il Castorino? Cosa ne pensi?

Visto l’argomento del fumetto volevo saperne di più sulle nutrie, quindi cercando su youtube sono incappato in un video che aveva Willy come protagonista, e l’amore è nato praticamente a prima vista. Da lì ho scoperto la pagina facebook e non ho potuto che condividere il messaggio che vuole trasmettere.

Schermata 10-2456955 alle 11.05.31

Ringraziamo Michele The Sea per il contributo e vi invitiamo a dare un’occhiata ai suoi recapiti web!
Pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/MTSs-stuff/534197330035033
Portfolio: http://michelethesea.daportfolio.com/
Canale youtube: https://www.youtube.com/channel/UCgtQkhnH_HMSWeIEPGdr2xQ

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...